PersonaResponsabile: Marzio Mori
Via del Porcellana 30 - 50123 Firenze
Tel 055 218938
Fax 055 216898

casafamiglia @caritasfirenze.it

Depliant Casa Famiglia San Paolino (English version)


La Casa ospita 20 uomini e donne autosufficienti, di età superiore ai 50 anni, residenti nel Comune di Firenze, senza alloggio ed in condizioni di grave disagio socio-economico.

Il periodo di permanenza presso la Casa permette loro - grazie al sostegno ed all'accompagnamento degli operatori e dei volontari - di prendere consapevolezza della propria situazione, delle risorse personali e di quelle del territorio, per guardare con più serenità e speranza al proprio futuro.

Volontariato

Chi viene accolto nella Casa non ha necessità di soddisfare solo un bisogno materiale, ma anche di ritrovare simpatia, rispetto e calore umano che spesso gli sono negati. I volontari contribuiscono a creare questo clima di accoglienza e collaborano nelle varie attività necessarie per il buon funzionamento della casa. Solitamente, all'interno della Casa della Solidarietà, l’ultimo venerdì del mese viene celebrata la Santa Messa per gli ospiti, i volontari, gli operatori e chiunque voglia partecipare.

Parola"I poveri li avete sempre con voi." (Gv 12,8)
"Non significa che possiamo stare tranquilli perché i poveri ci saranno sempre. Anzi, dobbiamo impegnarci a togliere le cause della loro povertà e ad aiutarli ad uscire dalla loro situazione di povertà. Le parole del Signore significano, invece, che nei poveri egli sarà sempre presente e lì lo ritroveremo sempre. Se vogliamo essere con il Signore, dobbiamo metterci dalla parte dei poveri, à coté des emarginaux.”
 (Paolo VI – Quaresima di Carità)

La Casa della Solidarietà “San Paolino” - all'interno della quale si trovano la Casa Famiglia, l'Ostello per Uomini e i due Ostelli per Donne - può ospitare complessivamente 84 persone: è una grande famiglia, composta da uomini, donne e bambini con storie di vita, età, nazionalità, tradizioni, culture, ecc. molto diverse fra di loro, ma accomunate tutte dall'urgenza di trovare una sistemazione alloggiativa poiché in condizioni di più o meno grave disagio socio-economico.