Responsabile: Enzo Capretti
Via de’Pucci 2 - 50122 Firenze
Tel.: 055 26770248
Fax: 055 26770245

minori @caritasfirenze.it

Orario: Lunedì – Mercoledì – Venerdì 9.00 – 13.00 

L'esperienza nel settore specifico del sostegno ai minori inizia per la Caritas di Firenze nell'ottobre del 2003 con l'apertura del Centro Diurno per Minori di Quintole, convertito poi - per rispondere ad una necessità di accoglienza particolare - in Piccola Comunità a dimensione familiare "Quintole" (depliant), presso la Parrocchia di San Jacopo al Girone. Nel 2015 abbiamo aperto la Piccola Comunità "San Lorenzo" (depliant) grazie alla disponibilità dell'omonima Parrocchia a Firenze. Già da diversi anni è attivo il Centro Diurno per Minori a Sant'Andrea in Percussina (depliant), proprio accanto alla parrocchia, e il Centro Diurno per Minori Di Liegro (depliant).

"Penso ai giovani di oggi, cresciuti in un ambiente saturo di messaggi che propongono falsi modelli di felicità: questi ragazzi e ragazze rischiano di perdere la speranza perché sembrano spesso orfani del vero amore, che riempie di significato e di gioia la vita". (Papa Benedetto XVI, Angelus, 8 dicembre 2007)

copyright Alessandra ZucconiL'accoglienza, l'amore, la stima, il servizio molteplice ed unitario - materiale, affettivo, educativo, spirituale - per ogni bambino che viene in questo mondo dovranno costituire sempre una nota distintiva irrinunciabile dei cristiani, in particolare delle famiglie cristiane: così i bambini, mentre potranno crescere "in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini" (Lc 2,52), porteranno il loro prezioso contributo all'edificazione della comunità familiare e alla stessa santificazione dei genitori (cfr. Gaudium et Spes, 48).
Sollecitando e vivendo una premura tenera e forte per ogni bambino che viene in questo mondo, la Chiesa adempie una sua fondamentale missione: è chiamata, infatti, a rivelare e a riproporre nella storia l'esempio e il comandamento di Cristo Signore, che ha voluto porre il bambino al centro del Regno di Dio: "Lasciate che i bambini vengano a me... perché a chi è come loro appartiene il regno di Dio" (Lc 18,16; cfr. Mt 19,14; Mc 10,14). (Cfr. Familiaris Consortio, 26)